CASSINO (FR) Via Lombardia,1 - Tel. 0776 21203     Fax 0776 311349  e-mail   This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.      PEC:    This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Adozioni libri di testo per A.S. 2017_2018

lIBRI  282x114Elenco libri di testo  

 1A  1B  1C  1D 1E   2A 2B  2C  2D  2E 
 3A  3B  3C  3D  3E  4A 4B   4C 4D   
 5A  5B 5C
 5D  5E          

Concorso La mia Europa

EuropaL’Europa un organismo vivente. È questo il titolo di un fumetto con cui un piccolo gruppo di ragazzi della 4B del Liceo ha partecipato al concorso “La mia Europa “ bandito dalla regione Lazio per conoscere e stimolare la conoscenza dell’Europa da parte dei giovani delle scuole. I giovani hanno immaginato l’Europa come un organismo vivente in cui ogni persona, ogni idea, ogni singolo aspetto della vita di ciascuno, come linfa vitale, contribuisce a rendere reale e pulsante quello che per i fondatori era un sogno. Partendo dal mito di Europa, che rappresenta la radice culturale primigenia, la libera circolazione di beni, servizi e capitali, ma soprattutto di persone, dà origine ad un immaginario e unico organismo volto a realizzare la finalità comune del benessere dei popoli. Realizzato al computer , ma con la tecnica del fumetto classico, il lavoro, costruito fotogramma dopo fotogramma arriva a dare movimento alle immagini ed è accompagnato da un commento musicale che è una interpretazione digitale dell’Inno alla Gioia.

Complimenti ai ragazzi , ed in particolare a Luigi Casale, per aver ottenuto  il sesto posto nel concorso, una cospicua cifra per la scuola e tutta la nostra ammirazione.

Congratulazioni del Presidente del Consiglio Regionale del Lazio

Video

Visita Certosa di Trisulti

Il 29 Novembre le Classi 4 C e 4 E dell'istituto, nell'ambito dell'attività di Alternanza Scuola Lavoro, si sono recate presso la Certosa di Trisulti, fondata nel 1204, dove hanno visitato la Chiesa con pregevoli opere d'arte e l'antica Farmacia del XVII sec.

certosa trisulti farmacia

Progetto Impresa Simulata

Impresa simulata 2017

La classe IV B, con la B Pen s.p.a. si classifica tra le prime cinque su 40 mini-imprese presenti alla competizione regionale del progetto Impresa Simulata della JA Italy. Il progetto, svolto nell'ambito delle attività di Alternanza Scuola Lavoro, è uno dei più diffusi programmi di educazione imprenditoriale, ed offre una esperienza professionalizzante a stretto contatto con le aziende ed il mondo esterno. Quest'anno ha visto coinvolte più di 40 scuole della regione e circa 800 scuole in tutta Italia.

I nostri "imprenditori", sotto la supervisione della prof.ssa Maria Iannone, hanno costituito una mini-impresa, curandone la gestione, dal concept dell'idea al suo lancio sul mercato. L'idea è stata una penna, prodotta con la stampante 3D con una doppia funzione: essere ergonomica e scrivere in situazioni di scarsa illuminazione. 

                          Foto1   Foto2     Foto3   Foto4  Video

A scuola di sicurezza: visita alla FCA Italy di Cassino

    

fca-680x365 c Il 20 ottobre gli alunni delle classi quarte dell'Istituto si sono recati presso lo stabilimento FCA Italy di Piedimonte S. Germano nell'ambito della X Edizione della Settimana Europea della Sicurezza sul lavoro promossa dalla ASL di Frosinone, Distretto D. 30 studenti, selezionati su merito, ha avuto il privilegio di poter visitare le linee di produzione.


 Oltre il banco. 

Per capire come si innova, come si lavora, come si partecipa attivamente alla vita del nostro Paese. 

Il giorno 20 ottobre gli alunni di alcune classi del liceo classico, tra cui la mia, si sono recate presso lo stabilimento Fiat di Cassino, dove, con orgoglio, viene messa insieme la nuovissima Alfa Romeo Giulia. 

La prima cosa che viene in mente durante il tour è come l'innovazione riesca ad aiutare l'uomo, senza sostituirlo, rendendo plastiche le sue idee e minimi i suoi sforzi. È stato impressionante avere la prova di come le macchine usate siano tutte votate a minimizzare quello che in gergo si definisce "cycle time", ossia il tempo che intercorre fra l'uscita di due unità. Nel nostro caso, di due Giulie.

Adesso facciamoci un giro: entriamo nella catena di montaggio e scopriamone i passaggi chiave.

Al marriage avviene l’accoppiamento tra la carrozzeria e l’albero motore; questo passaggio è chiamato anche carrozzatura: da qui esce il nucleo della Giulia, che andrà ad accrescersi e migliorarsi nelle fasi successive. Una di queste è preceduta dall’assemblaggio di portiere e altre parti nel reparto di montaggio. Lo stabilimento della nostra città usa, sia nelle fasi più “standard” che quelle “dedicate” alla tipologia dell’automobile in sé, nel nostro caso la Giulia, macchinari innovativi pensati apposta per questo modello, tutti ideati con lo scopo di far affaticare l’operaio il meno possibile; cosa che porta, ovviamente, a risultati migliori sul lavoro. A contribuire a questo risultato sono, per esempio, i bracci che ruotano la vettura evitando all’operaio di doversi collocare al di sotto di essa, piani che attraverso pompe idrauliche gli evitano di doversi piegare ripetutamente: il movimento dell’operaio e quello dell’autovettura sono sincronizzati perfettamente.

Possiamo dire di aver visto, appunto, non solo come si crea una Giulia, ma come si crea la qualità dietro al marchio italiano più conosciuto nel mondo.  

Vi ricordate del cycle time a cui abbiamo fatto riferimento sopra? Vi sorprenderà sapere che una nuova Giulia vede la luce ogni 58 secondi, nonostante le ore di lavoro spese su ciascuna siano ben 24. Un cycle time così breve a fronte di un labor content (tempo speso a lavorare sulla stessa vettura) così elevato ci fanno venire in mente solo una cosa: “Ottimo lavoro!”.

Pierfrancesco Losi IV C

Giornata sulla Prevenzione

15 ottobreLa III D del liceo classico Carducci alla giornata organizzata dalla Misericordia di Roccasecca

Progetto UniSalute

fotoIl 28 febbraio 2017 è stato presentato il progetto “UniSalute” dell'Osservatorio sull'Educazione alla Salute costituito presso il Laboratorio di Igiene del Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute dell’Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale. L’iniziativa di educazione alla salute e di prevenzione delle MST dal titolo: Hpv (Papilloma Virus) - Comunicare per conoscere, Conoscere per prevenire! Un progetto di peer education”  e di prevenzione delle Dipendenze da sostanze di abuso e da gioco d'azzardo,  realizzato in una sinergica collaborazione tra  Università di Cassino, Rotary Club di Cassino e Istituito San Gallicano di Roma,  coinvolge gli alunni delle Scuole Medie e dei primi tre anni delle Scuole Superiori ieri è approdato anche nel nostro Liceo dove nella mattinata dedicata all’Assemblea di Istituto del mese di febbraio e all’interno di proposte programmatiche educative integrative di informazione, formazione e prevenzione socio-sanitaria,  i ragazzi hanno partecipato alla presentazione del progetto da parte degli esperti, interagendo in un dibattito motivato e costruttivo che li ha visti seriamente impegnati per l’intera mattinata.

Questionario per gli studenti:

 

GIOCO D'AZZARDO

SOUTH OAKS GAMBLING SCREEN

QUESTIONARIO SULLE CONOSCENZE E PREVENZIONE INFEZIONE HPV

 

Green Game

green-game-news 158809

 Green Game, il Progetto Didattico dei Consorzi Nazionali per la Raccolta, il Recupero ed il Riciclo degli Imballaggi  Alluminio (Consorzio Cial), Carta (Consorzio Comieco), Plastica (Consorzio Corepla), Vetro (Consorzio Coreve), Acciaio (Consorzio Ricrea) e Legno (Consorzio Rilegno).

Il progetto mette a confronto la preparazione, la velocità e il lavoro in team degli studenti mediante l’utilizzo di apparecchiature hi-tech, attraverso una gara che insiste principalmente su argomenti legati alla raccolta differenziata, al riciclo e più in generale alla sostenibilità ambientale.
Il tour di “Green Game” è partito da Roma il 4 ottobre e toccherà tutte le province del Lazio. Sta ottenendo importantissimi attestati di riconoscimento da tutto il corpo docente certificando la straordinaria efficacia di apprendimento. I ragazzi, infatti, vengono coinvolti nella  lezione dinamica del presentatore Alvin Crescini, che per l’occasione veste i panni di “docente” e trasferisce loro nozioni e valori riguardanti l’educazione ambientale, le corrette modalità di raccolta differenziata, i benefici che si ottengono attraverso il giusto riciclo dei rifiuti,  per poi verificare direttamente quanto appreso  attraverso il quiz multi-risposta.
Gli studenti sono i veri protagonisti di questo format attraverso l’interazione di web, social network, stampa e televisione. Ogni appuntamento all’interno degli Istituti scolastici viene ripreso dalle telecamere dello staff di Green Game e diventerà una trasmissione televisiva che sarà trasmessa prossimamente su una rete regionale.

L'11 ottobre si è stato il turno degli studenti delle classi 1^ e 2^ del Liceo Carducci. Il contest si è articolato in due fasi: la prima nella quale sono stati trasferiti concetti legati alla raccolta differenziata, un interessante momento di scambio di opinioni ed idee tra i giovani ed Alvin Crescini, moderatore e conduttore, e la seconda dove sono state verificate le nozioni apprese, attraverso l’attività di gamification che ingaggia una sana competizione tra studenti. 

https://www.youtube.com/watch?v=V6i1S4nvosg

https://www.youtube.com/watch?v=E5cZF6Cpkn0

gcassino2green-game-2016 -9 159044

 La finalissima si è svolta il 19 dicembre al Teatro Vittoria di Roma, dove hanno gareggiato oltre 500 studenti degli Istituti Superiori della Regione Lazio.

Le attività

progetti ed atività

 Le attività ed i progetti curricolari ed extracurricolari degli alunni del Liceo Carducci 

Altri articoli...

  1. ESAMI DI STATO_ giugno 2017